La storia

Home . La storia

Gay Village è uno dei più grandi eventi LGBT ed ha avuto origine nel 2002.  Prende vita da Giugno a Settembre e, negli anni, è diventato uno dei principali luoghi di ritrovo della comunità omosessuale e, più n generale, uno dei maggiori eventi dell’estate romana. Nel 2011 ha vinto il Best Event Awards per il miglior evento pubblico dell’anno, il premio assegnato dall’Agenzia della Comunicazione ai più importanti eventi svoltisi in Italia.

Nell’estate del 2012, oltre 300 mila persone hanno visitato il Gay Village. La manifestazione chiude il 2016 con oltre 500 mila persone che sono passate per il Gay Village ed oltre 10 milioni di persone raggiunte attraverso la campagna di comunicazione.

I luoghi

Localizzato nei primi anni nell’area dell’ex mattatoio di Testaccio e poi al Parco del Ninfeo all’Eur (location attuale), al Gay Village si sono succeduti grandi eventi musicali, rassegne teatrali, cinematografiche e dibattiti, oltre alla consueta attività da discoteca. Ha sempre visto l’appoggio delle principali istituzioni locali, dal Comune alla Regione: infatti sono stati più volte ospiti del Gay Village l’ex Sindaco Gianni Alemanno, l’ex Presidente della Regione Renata Polverini e l’ex Presidente della Provincia Nicola Zingaretti.

Gli ospiti

Hanno tenuto spettacoli al Gay Village, tra gli altri: Franca Valeri, Loredana Bertè, gli Alcazar, Village People, Boy George, Bob Sinclar, George Michael, Patty Pravo, Anna Oxa, Irene Grandi, Platinette, Mariella Nava, Marina Rei, Amanda Lear, Vladimir Luxuria, Federico Zampaglione, Iaia Forte, Leo Gullotta, Lino Banfi, Paola Turci, Lina Sastri, Alessandro Fullin, Cinzia Leone, Anna Mazzamauro, Giusy Ferreri, Syria, Virginia Raffaele, Lina Wertmüller.

Le Campagne